CONSEGNATO IL "PREMIO GROTTAMINARDA" AL SINDACO DI BIENNO.

Stampa
"UN RICONOSCIMENTO A QUANTI HANNO CONTRIBUITO ALLA RICERCHE DI DOMENICO". COSÌ IL SINDACO DI BIENNO NEL RICEVERE IL "PREMIO GROTTAMINARDA".
Una giornata in ricordo di Domenico Carrara e per dire "grazie" a chi lo ha instancabilmente cercato per 5 giorni tra le montagne della Val Camonica dopo la sua scomparsa. Consegnato, nella Sala Consiliare "Sandro Pertini" il "Premio Grottaminarda" al Sindaco di Bienno, Massimo Maugeri, e scoperta presso il "Motolito" una scultura con incisi i versi del giovane poeta grottese tragicamente morto in seguito alla caduta in un dirupo di località Prestello alla frazione Prestine di Bienno.
Dopo la consegna del riconoscimento da parte del Sindaco Angelo Cobino e dell'Assessora Marilisa Grillo, alla presenza dell'Amministrazione e del Consiglio Comunale quasi nella sua interezza, della famiglia, di diversi amici di Domenico e di tanti cittadini, rispettato, nella commozione generale, anche un minuto di silenzio in suo ricordo su proposta del Consigliere Lucio Lanza.
Il Sindaco Angelo Cobino, in apertura, ha letto parte della Delibera di Giunta n. 67 ed in particolare la motivazione dell'attribuzione della targa di merito: «il Premio Grottaminarda al Sindaco di Bienno, dott. Massimo Maugeri, come riconoscimento per la sua instancabile ed affettuosa opera di ricerca del compianto nostro concittadino Domenico Carrara».
Cobino ha poi sottolineato: «una giornata speciale questa che mette in evidenza la fratellanza, la grande amicizia che è nata tra le due comunità di Bienno e Grottaminarda. Grande senso di gratitudine al Sindaco Massimo Maugeri che è venuto sin qui per rappresentare e rafforzare tale legame. Domenico lascia una testimonianza di grande umiltà, capacità di saper far riferimento agli strumenti linguistici nella massima espressione della poesia per comunicare valori e contribuire a migliorare il mondo, perchè la poesia è anche questo».
«Un riconoscimento che non mi aspettavo e che penso non sia tanto per me ma per tutte le persone che mi hanno aiutato – ha detto tra le altre cose il Sindaco Maugeri – Voglio dirvi grazie. Non me lo merito. Non sono una persona così eccezionale. Ma vi ringrazio a nome di tutta la mia comunità. Ho fatto solo quello che potevo e quello che mi dettava il cuore. Domenico è stato in grado di far sì che due comunità che si trovano a tante centinaia di chilometri di distanza, si unissero nel suo nome e portassero avanti il messaggio. Domenico per noi non è morto, perchè continua a vivere la sua missione ossia quella di fare in modo che si continui a lavorare per il prossimo, per i più umili, per i più deboli».
Ha ulteriormente evidenziato le qualità intellettuali e caratteriali di Domenico, il Preside Francesco Caloia, intervenuto in rappresentanza della famiglia per ringraziare di tanto affetto. Ne ha sottolineato le capacità linguistiche, artistiche, l'attenzione per i temi sociali ed ambientali, la bontà d'animo che lo portava, nel periodo in cui ha vissuto a Napoli, a dare asilo ai clochard incontrati per strada.
La giornata è proseguita in contrada Ruvitiello presso il monumento alle vittime della strada "Motolito" dove i due Sindaci, alla presenza sempre della famiglia di Domenico Carrara, hanno scoperto la scultura a lui dedicata dagli associati del "Moto Club Motolito", un'opera in breccia irpina, realizzata dai maestri della pietra Egidio e Dante Jovanna che raffigura una pila di libri su uno dei quali vi sono incisi i versi del giovane poeta e scrittore scomparso.
Sia i rappresentanti del Moto Club che l'Amministrazione comunale ha fatto dono al Sindaco Maugeri di diverse pubblicazioni riguardanti la storia e le tradizioni di Grottaminarda e della Valle dell'Ufita. Il primo cittadino di Bienno è stato inoltre accompagnato in visita al Castello di Grottaminarda dove ha potuto apprezzarne le sale dedicate all'Antiquarium ed alla Biblioteca, i giardini pensili ed il "Caffè Letterario", dove è custodito un ritratto di Domenico su iniziativa dell'Amministrazione comunale.
Nella giornata di ieri invece Maugeri, che è giunto a Grottaminarda con la moglie e la figlioletta, si è recato sulla tomba di Domenico presso il Cimitero di Grottaminarda, ha partecipato ad una messa in suffragio del giovane richiesta proprio dai suoi concittadini di Bienno ed alla presentazione del libro di Domenico, "Nel ripetersi delle cose", nell'ambito del "Maggio dei Monumenti" a Napoli presso il chiostro di San Domenico Maggiore, insieme al Sindaco Cobino.
Il commiato al termine di queste intense giornate con l'ulteriore promessa che il ponte di fratellanza tra nord e sud, tra Bienno e Grottaminarda, prosegua, sempre nel ricordo del giovane intellettuale.

Continuando a utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per saperne di più sulla nostra politica sulla Privacy