Home

RESOCONTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 25 OTTOBRE

E-mail Stampa PDF

Lunga seduta di Consiglio Comunale ieri, martedì 25 ottobre, a Grottaminarda. Approvati quasi tutti gli argomenti all'ordine del giorno tra i quali le Linee Programmatiche dell'Amministrazione Spera ed il Bilancio consolidato dell'esercizio 2021.

In apertura ratificata all'unanimità una deliberazione di Giunta Comunale (la n°50 del 26 agosto) per una Variazione al Bilancio di Previsione adottata in via d'urgenza per eseguire lavori ad uno scolo lungo la strada di Contrada Azzone in seguito ai nubifragi, installare dissuasori ed altro arredo urbano su Corso Vittorio Veneto e per inserire un capitolo di spesa riservato al lavoro straordinario del personale dipendente in occasione delle subentrate Elezioni Politiche del 25 settembre.

A proposito di personale, la Presidente del Consiglio Comunale, Virginia Pascucci, anche in veste di ex Assessora al Bilancio, ha voluto salutare e ringraziare per il suo operato, il Dirigente uscente del 2° Settore, “Servizi finanziari e Tributi”, Rocco Crugnale, per il grande lavoro svolto negli anni ed in particolare con le tante difficoltà per l'Ente nel periodo della pandemia; allo stesso modo ha dato il benvenuto ed ha augurato buon lavoro al nuovo Responsabile, Alessandro Filippone, ed al nuovo Revisore dei Conti, Claudio Pisano.

Prima di proseguire con i lavori la Presidente Pascucci ha colto l'occasione per fare un invito generale ad un confronto democratico e rispettoso, appello ripreso anche dal Sindaco con l'auspicio di "ritornare alla mitezza", mutuando ancora una volta le parole di Liliana Segre, per una legislatura nel solco della correttezza evitando polemiche e scontri inutili.

E quale esempio di mitezza è stato ricordato dal Capogruppo di minoranza, Vincenzo Barrasso prima e dal Sindaco e dal Presidente del Consiglio poi, il Dottor Adriano Bianco, venuto a mancare di recente,  professionista stimato, dal carattere pacato e gioviale; alla sua memoria la folta platea in sala consiliare ha dedicato un applauso spontaneo.

Buona parte dell'assise si è sviluppata sulla corposa presentazione delle Linee Programmatiche da parte del Sindaco Marcantonio Spera. Al centro del programma la cittadinanza attiva per un rilancio della democrazia partecipativa per ritrovare il valore della comunità e far crescere il paese. Già avviato un grande lavoro di ascolto da parte di tutti gli amministratori presenti in Municipio secondo un preciso calendario. Bilancio partecipativo, Albo Associazioni, Sportello per le famiglie, Tavolo permanente per la Scuola, Corsi serali per gli immigrati, Osservatorio permanente sui giovani, stage formativi per loro, Tutela degli animali, tra gli obiettivi prefissati ed elencati dal Sindaco.

Ovviamente PNRR e grandi opere come la riqualificazione del Centro sociale di Piazzale Italia, la realizzazione della struttura sportiva polivalente presso il campo sportivo in località Tratturo, la riqualificazione di diverse strade rurali, la valorizzazione del Parco Molinello, la sistemazione del sistema fognario e di depurazione, la valorizzazione del Parco Molinello. A proposito di PNRR: già in itinere il discorso della implementazione della digitalizzazione con la partecipazione a diversi bandi, al fine di rendere servizi migliori ai cittadino.

Grandi opere ma anche piccole cose che sembrano facili e scontante ma che diventano complesse quando in un Ente mancano risorse economiche ed il personale, come la pulizia del verde. Sul decoro urbano, ha spiegato ancora il Sindaco, c'è e ci sarà sempre maggiore attenzione per mantenere innanzitutto il paese pulito. Saranno riaperti, a breve, i bagni pubblici; appena recuperate le risorse utili, sarà implementata la video sorveglianza contro il vandalismo e per la tutela del bene pubblico; sanzioni severe  anche sui manifesti abusivi che imbrattano il paese; controlli serrati, già avviati, sul corretto conferimento dei rifiuti per preservare l'ambiente e per tentare di ridurre i costi grazie all'aumento della percentuale di rifiuti differenziati attualmente al 55 per cento. Riordino della viabilità con un nuovo piano  urbano di mobilità in parte già avviato.

E poi grande attenzione per agricoltura, commercio ed artigianato: Banca della terra, più Fiere, maggior valorizzazione dei mercatini ortofrutticoli con prodotti a Km zero, il marchio "de.co", l'idea della Bottega tipica con la collaborazione delle scuole, la valorizzazione turistica e commerciale del percorso Parco Molinello - Castello - Fratta.

Rispetto all'industria già ripreso il discorso con Sindacati e Sindaci per riportare sui tavoli di discussione lo sviluppo della Valle Ufita collegato alla Stazione "Hirpinia", alla Piattaforma Logistica, alla Lioni Grottaminarda, alle Aree Zes, alle sorti della IIA.

Tra le priorità enunciate da Marcantonio Spera il rifacimento delle reti idriche (già iniziata la mappatura di quelle fatiscenti) per eliminare, finalmente, i grandi disagi vissuti dai cittadini a causa delle interruzioni idriche. Molte altre le iniziative programmate nell'ambito del percorso tracciato dalla nuova Amministrazione; il Sindaco ha evidenziato il lavoro corale con Assessori e Consiglieri sottolineando l'impegno e la presenza costante e quotidiana di ciascuno di loro nella Casa comunale al fine di dare risposte ai cittadini e cogliere l'occasione di ogni bando pubblico utile a perseguire gli obiettivi prefissati.

L'assise ha poi approvato il Bilancio consolidato dell'esercizio 2021. Anche in questo caso ha relazionato il Sindaco sulla rendicontazione rispetto alle società partecipate. Il dibattito si è soffermato sulla delicata questione dell'Alto Calore Servizi.

Sull'integrazione di tre progetti nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2022/2024 e Biennale Acquisti approvato con deliberazione del Commissario Straordinario assunta con i poteri del Consiglio Comunale n°6 del 30-05-2022, ha relazionato il Vicesindaco Michelangelo Bruno. Si tratta del Recupero acqua e valorizzazione della Fontana storica di San Tommaso per 8 milioni di euro con la creazione di un bacino di raccolta utile per gli incendi boschivi e per l'irrigazioni;  candidato poi per l'importo di 60 milioni di euro il Sistema fognario dell'intero territorio,  al fine di risolvere ogni problema legato alla depurazione delle acque; candidati, infine, attraverso la Provincia, i lavori di efficientamento dell'intera rete idrica comunale con sistema di monitoraggio per intervenire con tempestività su eventuali guasti, oltre a nuovi serbatoi tra cui quello di Carpignano.

Rinviato alla prossima seduta del Consiglio il sesto punto all'ordine del giorno relativo alla Variazione al bilancio di previsione finanziario ed al D.U.P. 2022/2024, il Consiglio è passato alla trattazione del “Regolamento per la tutela e valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali locali” e quindi Istituzione della “de.co” (denominazione comunale) con la relazione dell'Assessora al Commercio, Doralda Petrillo, la quale ha spiegato l'importanza di tale certificazione per fare marketing territoriale e determinare l'identità locale di un prodotto preservandolo. Il marchio “de.co”, infatti, dimostra l'origine locale del prodotto fissandone la storia e gli ingredienti in base ad un preciso disciplinare. Obiettivo quindi è quello di censire e valorizzare le attività ed i prodotti agroalimentari del territorio anche quale strumento di promozione dell'immagine del Comune. L'argomento è stato approvato all'unanimità.

All'unanimità approvata anche l'adesione alla “Carta Europea dei diritti delle donne nello Sport” su proposta della Presidente del Consiglio con delega alle Pari opportunità, accogliendo l'iniziativa dell'Associazione Panathlon. Pascucci ha sottolineato l'importanza di attivare tutti i processi utili a promuovere l'inclusione anche nello sport, evidenziando però che se si rende necessario, ancora oggi, promuovere un tale documento significa che tanto ancora c'è da fare nell'ambito dell'affermazione dei diritti delle donne.

La seduta del Consiglio si è conclusa con la trattazione dell'Emergenza caro bollette, approvando ed adottando il deliberato proposto da Comune di Ariano Irpino ed in fase di condivisione anche da parte di altri comuni, per fare fronte comune rispetto alla drammatica crisi energetica ed economica che il Paese sta vivendo. La Delegata al Commercio,  Petrillo, accogliendo anche le sollecitazioni da parte di numerosi esercenti di Grottaminarda allo stremo per i vertiginosi aumenti delle bollette, ha promosso tale adesione. In sintesi, attraverso il deliberato, si chiede al Governo di considerare l'energia un bene comune al pari di aria e acqua e di mettere in essere atti normativi che frenino il caro bollette.


IL COMUNE IN CIFRE

Continuando a utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per saperne di più sulla nostra politica sulla Privacy