Home

ANCORA CONTROLLI E SANZIONI SUL CORRETTO CONFERIMENTO DEI RIFIUTI

E-mail Stampa PDF

Proseguono le attività di verifica da parte della Polizia Municipale di Grottaminarda con la collaborazione degli operatori di IrpiniAmbiente, sul corretto conferimento dei rifiuti da parte di cittadini ed esercenti.

Ancora una multa ad un titolare di esercizio ambulante che dopo il Mercato di lunedì scorso ha lasciato sporca l'area assegnatagli con grucce rotte, buste di plastica, lattine. Questa volta è successo in via Aldo Moro. Stamattina gli è stata notificata la sanzione e l'ammonimento poichè – lo si ribadisce – secondo il Regolamento di Polizia locale, se tale comportamento scorretto viene reiterato, per l'esercente scatta la revocata dell'assegnazione dello spazio mercatale.

Ed irregolarità nel conferimento dei rifiuti sono state rilevate sabato scorso dagli agenti agli ordini del Comandante della Municipale, Alfonso Di Muro, ad un'altra attività di somministrazione su Corso Vittorio Veneto. Anche per questo esercente oggi è scattata la multa.

Si consiglia a cittadini ed esercenti soprattutto per il conferimento delle frazioni "umido" ed "indifferenziato",  di utilizzare la pattumiera o il bidone scarrabile.

È importante ricordare ancora una volta che i rifiuti vanno differenziati con scrupolo senza mischiare le diverse tipologie al fine di non vanificare la raccolta e di non incappare in sanzioni: i controlli, infatti, proseguiranno a campione sia presso le attività che le utenze domestiche, soprattutto nelle giornate di raccolta dell'indifferenziato.

L'obiettivo dell'Amministrazione comunale è quello di aumentare la percentuale di raccolta differenziata per ridurre l'impatto ambientale ma anche per ridurre il costo di smaltimento. Più materiale finisce in discarica e quindi negli inceneritori e termovalorizzatori più aumenta la spesa per i cittadini.

 


IL COMUNE IN CIFRE

Continuando a utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per saperne di più sulla nostra politica sulla Privacy