Home

RESOCONTO CONSIGLIO DEL 28 DICEMBRE 2020.

E-mail Stampa PDF

 

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE PER CHIEDERE AL GOVERNO UNA CELERE ED EQUA RIPARTIZIONE DEI FONDI.
Il Consiglio Comunale di Grottaminarda rivolge un appello al Governo Nazionale ed al Parlamento della Repubblica, affinché si faccia presto nel rendere disponibili le risorse del Recovery Fund cosicché i Comuni possano essere messi nella condizione di dare concreti segnali di ripresa con adeguati investimenti e di favorire il lavoro in tutti i settori della produzione e dei servizi.

L'Assise riunitasi ieri sera, ha approvato un documento che sarà inviato alle massime cariche dello Stato in cui si chiede al Governo la risoluzione di alcune criticità a partire dall'assicurare la copertura finanziaria finale per il completamento della strada a scorrimento veloce Lioni - Grottaminarda già in fase avanzata di realizzazione.

Inoltre, nella piena consapevolezza della gravità economica causata dalla pandemia, si ravvisa l'urgenza di immettere energie e risorse finanziarie nei bilanci comunali per le attività ordinarie e straordinarie; sono ben note le reali difficoltà per cittadini ed attività economiche, produttive, artigianali, professionali e commerciali, di corrispondere i tributi dovuti.

Infine, l'ultima richiesta da parte dell'Amministrazione comunale di Grottaminarda riguarda la scuola: nel caso del perdurare dello stato di emergenza sanitaria dopo il 7 gennaio 2021, si suggerisce la riapertura delle attività in sede solo per gruppi-classe ridotti a metà, con frequenza a scuola a giorni alterni. In tal modo si può assicurare una didattica realmente personalizzata per gruppi di alunni in questa fase in cui è necessario garantire distanza e sicurezza tra le persone. Si richiede nuovamente l’incremento degli organici, come già suggerito al Ministro dell’Istruzione in data 23 aprile 2020.

Il Sindaco, Angelo Cobino, nella sua relazione introduttiva all'argomento all'ordine del giorno "Pandemia e sviluppo: richiesta di finanziamenti ordinari e straordinari per la crescita dei territori delle zone interne e dell’Italia", ha sottolineato innanzitutto la necessità di «fare presto», richiamando la famosa frase pronunciata dal Presidente delle Repubblica Sandro Pertini al quale è intitolata la sala consiliare di Palazzo Portoghesi, pronunciata in occasione del terremoto dell'80; e poi ha sottolineato la necessità di una più equa ripartizione dei fondi tra Nord e Sud: «Si stanno concretizzando alcuni grandi risultati in termini di infrastrutture, orgoglio di un'Irpinia che vuole porsi in una dimensione regionale ma soprattutto nazionale. L'Alta Velocità, la Stazione Hirpinia, la Lioni-Contursi-Grottaminarda, il Terminal Bus Air sicuramente saranno un fattore di crescita, già stanno producendo lavoro e ci aiuteranno a rompere l'isolamento, ma da sole non bastano. Se non ci attrezziamo con una nuova mentalità comprensoriale, che superi i campanilismi pur preservando sempre l'identità di ciascuna municipalità, se non puntiamo ad uno sviluppo complessivo intorno a queste grandi infrastrutture, rischiamo cattedrali nel deserto. Noi ci riteniamo fortemente italiani ma non possiamo non notare, come ogni anno e da circa un decennio, vi siano trasferimenti finanziari in meno per circa 62,3 miliardi di euro. Non che vogliamo toglierli al Nord, ma vogliamo che vi sia una ripartizione più equa in un ottica di Italia unica, affinchè si possa potenziare il personale nella Sanità, nella scuola e in tutti i settori della Pubblica amministrazione, per rendere servizi più qualificati ed incrementare l'occupazione».

Il Consiglio comunale ha approvato tutti i punti previsti nel corposo ordine del giorno, alcuni anche all'unanimità come l'adesione al Consorzio ASI, il Regolamento sulle sponsorizzazioni presentato dalla Delegata alla Promozione Turistica, Marisa Graziano e quello sulla videosorveglianza con la relazione del Delegato al Decoro Urbano, Rocco De Luca. E poi una serie di argomenti tecnici su relazione dell'Assessore alle Finanze ed ai Tributi, Virginia Pascucci, tra i quali la Salvaguardia degli Equilibri al Bilancio di Previsione e conseguente variazione al DUP, il riconoscimento di un debito fuori bilancio, la ratifica della deliberazione di Giunta sulla la Variazione al Bilancio di Previsione Finanziario 2020/2022, l'approvazione del Piano Economico Finanziario TARI 2020, il Bilancio Consolidato 2019.


 

IL COMUNE IN CIFRE

Continuando a utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per saperne di più sulla nostra politica sulla Privacy